Buon giorno a tutti,

qui piove da giorni, non so li’ da voi, sembra che non debba smettere mai e peggio che peggio siamo chiusi in casa, impossibili i viaggi, gli spostamenti… Quindi, cosa ne dite di una ventata di aria fresca, di svegliare l’immaginazione, farla volare?!?!..

L’idea è nata da ricordi di lunghi viaggi in Estremadura, una terra quasi sconosciuta dai piu infatti generalmente non è nelle rotte turistiche della Spagna, e che peccato!

Qui la gastronomia è piu che notevole… Seguiteci… aria di montagna, cicogne, lavanda ed un genuino prelibato Jamon (magari accompagnato da una spumosa cerveca) ci aspettano!

EXTREMADURA, regione spagnola intrappolata dall’Andalucia a sud, dalla Castiglia a nord e a est e a ovest dal Portogallo dove continua fondendosi con la bellissima regione di Alentejo.

Arida, di confine, dal latino “terra extrema et dura”; regione testimone di battaglie arabe, portoghesi e cristiane e di truculenti conquistadores.

Le sue cittá sono gioielli incastonati qua e lá: la medioevale Caceres con i suoi vicoli stretti e ripidi e la processione incappucciata a Pasqua, Merida, la romana intellettuale, Badajoz ariosa e sofisticata e tantissimi paesini che sembrano riportarvi direttamente nel passato!

Assolutamente imprescindibile il noleggio di un’automobile per visitare le zone piu rurali e selvagge. Dal finestrino lo sguardo potrá vagare sereno tra le pianure a perdita d’occhio e le bellissime zone di La Vera, Hervas e, al nord, Las Hurdes magica e straziante terra di viandanti solitari.

In quegli orizzonti infiniti all’improvviso vi si sveleranno le cicogne! Si libreranno maestose nell’aria spuntando da ogni dove. Sugli estesi e profumatissimi campi di lavanda le api svolazzano laboriose infatti questa regione è un’importante produttrice di miele e in ogni negozietto ne figurano in bella mostra vasetti di ogni tipo e fattura.

La cucina extremeña è veramente economica e sostanziosa, ricca di sughi e selvaggina; il vino è  rosso e corposo. Pregiatissimo l’olio extravergine d’oliva e i formaggi tra i quali spicca la Torta del Casar, da alcuni ritenuto il miglior formaggio al mondo.

L’Estremadura è anche patria del pimenton de La Verauna sorta di magica paprika spagnola ancora piu profumata ma allo stesso tempo con un sapore piu delicato.

Se entrate in una di quelle autentiche osterie, di quelle incontrate per caso, vi troverete avvolti dal profumo di spezie, carne e legumi. Una gioia dei sensi è la cachuela extremeña!

Qui la ricetta, non è un piatto semplice da preparare ma vi puo’ dare un’idea di quanto sia indispensabile in cucina una spezia come il pimenton de La Vera che viene largamente usato in gran parte dei loro piatti e los extremeños di cucina ne sanno!

Sperando di avervi dato uno spunto per scoprire questa indimenticabile regione vi aspettiamo per la prossima “puntata” vagabondando per la bellissima Spagna!

A presto!!

Direttamente da casa acquista on line i migliori prodotti iberici